Sformato di Cardi con Bagna Càuda

2 Comments

Cos’è la bagna cauda?
Chi abita in Piemonte sa già di cosa io stia parlando. Vediamo di spiegarlo anche a gli altri….

La Bagna Càuda, letteralmente “salsa calda” è un condimento diffuso in tutto il Piemonte che viene consumato prevalentemente nel periodo autunno invernale.
Per tradizione è un piatto tipico del periodo della vendemmia, quindi da consumare prevalentemente in autunno ed in inverno: una delle leggende sulla sua nascita vuole proprio che venisse preparato per togliere ai vendemmiatori il dolce odore, spesso quasi nauseante, dell’uva pigiata.
E’ composta da:
-acciughe
-aglio
-olio extravergine d’oliva
-burro ( alcuni lo usano)
Dopo la preparazione assume un colore marrone ed una consistenza fluida.
Viene servita in contenitori di terra cotta, detti fojòt, per mantenere il prodotto caldo e si accompagna a verdure cotte e crude.
Beh, non è difficile prepararla!!

Ora vi propongo una RICETTA moolto appetitosa…

SFORMATO DI CARDI CON BAGNA CAUDA

INGREDIENTI:
-300 g di cardi
-30 g di burro
-40 g di farina 00
-300 ml latte intero
– 2 uova intere
-3/4 cucchiai di parmigiano
-sale-pepe nero-noce moscata

PREPARAZIONE:
Lessare i cardi , scollarli con cura, frullarli al mixer. Preparare una besciamella, ben soda, col burro, la farina e il latte. Lasciare intiepidire.
Amalgamare i cardi frullati con la besciamella, le uova, il parmigiano, sale , pepe e noce moscata.
Imburrare e infarinare uno stampo, (tipo plum cake) e riempire con il composto. Cuocere a bagno maria nel forno preriscaldato a 180 gradi per 50-60 min.
La bagna càuda può essere accompagnata da un vino rosso corposo come il Barbera, il Nebbiolo, il Barbaresco, o il Dolcetto, quest’ultimo particolarmente utilizzato nei pasti quotidiani dell’Albese.

Non è una ricetta difficile, magari un po’ meticolosa ma decisamente gustosissima!!
Mi piacerebbe sentire il parere di chi la farà…

BUON APPETITO!!!

Advertisements

ASTIgiano da scoprire..

1 Comment

Al centro del Piemonte a soli 50 Km da Torino con una comoda ed efficiente rete di collegamenti con quella che fu la prima capitale d’Italia, sorge l’antica città di Asti, con il suo affascinante centro storico, ricco di testimonianze di un glorioso passato, con le sue torri, i suoi palazzi.
L’Astigiano e l’area collinare che si estende a Sud di Torino è una delle più famose regioni vinicole italiane, nota soprattutto per i suoi vini rossi doc e gli spumanti.
Non a caso quindi queste colline sono anche conosciute come le Terre dei Santi e della spiritualità. Da qui passavano infatti la via Francigena e la Transromanica, due antichi tragitti percorsi ogni anno dai pellegrini che dal Nord Europa si avventuravano alla volta di Roma, capitale del mondo Cristiano.
Asti legata al suo fastoso passato che rivive ogni anno nel suo Palio, vivace e commerciale nei suoi mercati settimanali, ricca di eventi culturali ed enogastronomici che rendono ancora più piacevole una sosta.